RSM Poland
Languages

Languages

Fusioni e acquisizioni

Il consulente per le transazioni come l’angelo custode di ogni investitore

30 gennaio 2017
Monika SKÓRKA
Il mio obiettivo non è quello di indicare i vantaggi finanziari del processo di due diligence durante le trattative, in quanto abbiamo già scritto nell’articolo “Due Diligence, verifica che vale milioni” ma vorrei evidenziare il rischio correlato a un’eccessiva fiducia nei propri confronti e della propria infallibilità.

L’organizzazione della due diligence - parte 2

16 novembre 2016
Krzysztof WOŹNIAK
Relativamente alle differenti realtà economiche di cui sopra, ove la due diligence può avere luogo, e in ragione delle svariate esigenze delle parti interessate, l'analisi può comprendere diversi aspetti dell'attività del potenziale investimento.

L’organizzazione della due diligence - parte 1

13 luglio 2016
Krzysztof WOŹNIAK
Una condizione per intraprendere corrette decisioni di investimento è di avere a disposizione informazioni affidabili e veritiere. Nelle transazioni di compravendita sussiste una considerevole asimmetria di accesso alle informazioni e il venditore possiede sempre una spiccata supremazia a tal riguardo sull’acquirente. Gli investitori che desiderano ridurre al minimo i rischi correlati al potenziale acquisto hanno elaborato una serie di mezzi atti a proteggere i loro interessi. Uno degli strumenti utili a prendere una decisione di investimento con cognizione di causa è la due diligence. Occorre rimarcare che tanto maggiore sarà il rischio di investimento, quanto maggiore sarà l'attenzione da prestare in tale ambito.

Ogni impresa può essere acquistata?

4 marzo 2016
Bartosz MIŁASZEWSKI
In ogni impresa arriva un momento in cui i titolari pensano alla sua cessione. La tale decisione può essere dovuta alla situazione del mercato, sinergie derivanti della fusione stipulata con un altro soggetto, età dei titolari, cambiamento dei programmi per il futuro ed agli altri fattori numerosi. Invece non tutte le imprese possono essere acquistate, anche se magari sono le parole troppo brutali. Ovviamente ogni impresa è cedibile, però il suo valore non è sempre attraente per il cedente. Molto spesso succede che un’impresa viene ceduta a prezzo molto basso, e non è un’impresa sommersa dei debiti. Perché alcune aziende vengono cedute a buon prezzo e invece alle altre non è interessato nessuno.

Ruolo dell’advisor nella cessione o acquisizione d’azienda

29 giugno 2015
Bartosz MIŁASZEWSKI
Da quando mi occupo di consulenza nei processi di acquisizione, cessione o accorpamento di aziende, ho un chiodo fisso in testa: qual è il ruolo dell’advisor in un processo di questo tipo? La questione è chiara se un cliente viene da RSM dicendo “voglio cedere la mia azienda” o “voglio acquisire questa azienda”, allora il nostro ruolo di advisor si limita a ottenere per il cliente il miglior prezzo possibile, preservando al meglio i suoi interessi nei relativi contratti, il tutto con l’unico imperativo: “voglio cedere” o “voglio acquisire”. Non sempre però questo imperativo è così categorico, e quindi spesso sentiamo “posso” invece di “devo”, “vorrei” invece di “voglio”.

Due Diligence, verifica che vale milioni

1 marzo 2015
Bartosz MIŁASZEWSKI
Supponiamo che ho acquistato una società e…. anche se non mi hanno messo fuori strada, non tutto è andato come avevo aspettato. Questo succede spesso? Temo di sì. Ogni giorno, nel mio lavoro, incontro persone che decidono se ed a quale prezzo acquistare una società. Il prezzo dell’acquisizione viene molto spesso determinato, mediante trattative, come un multiplo dell’Ebit/Ebitda o dell’utile netto della società acquisenda. Personalmente, non sono un grande sostenitore di questo metodo, preferendoci quello della valutazione DCF in tre scenari: positivo, neutro e negativo. Ma chi oggi ha tempo per analizzare futuri flussi di denaro dell’attività che si va a rilevare? L’appeal del metodo del multiplo sta nella sua semplicità, che gli permette di guadagnare terreno rispetto ad altre metodologie.