RSM Poland
Languages

Languages

Assistenza fiscale - page 4

Nota di variazione: un momento della variazione dei ricavi e costi. Buon momento per una rinfrescata.

22 giugno 2015
Tomasz BEGER
Come succede spesso in caso di novità fiscali, silenziosamente e di nascosto, viene introdotta la modifica sul momento di imputare, ai fini della determinazione dell’IRES/IRPEF, gli importi delle note di variazioni relative alle operazioni attive e passive. Perché è così importante?

Documentazione sui prezzi di trasferimento – vale la pena di curarla al corrente?

1 giugno 2015
Sylwia KOZŁOWSKA
Senza dubbio, gli amministratori di ogni parte correlata si trovano di fronte ad un dilemma: disporre una documentazione sui prezzi di trasferimento o sperare di non essere chiamati a presentarla da parte dell’Agenzia delle entrate. E se già predisporla, allora quando – durante l’anno d’esercizio o al suo termine?  Attualmente, quasi ogni controllo relativo all’imposta sul reddito equivale alla richiesta, da parte dell’Agenzia delle entrate, di presentare la documentazione sui prezzi di trasferimento. Uno degli errori più ricorrenti nel periodo dal 1/01/2013 al 1/07/2014, in caso di mancati versamenti d’imposta superiori a 1 000 PLN, riguardava la mancanza della documentazione sul transfer pricing. Anche quest’anno, il controllo relativo alla documentazione fiscale sarà una delle priorità dei controlli fiscali (vedasi il Piano nazionale delle attività dell’Amministrazione fiscale per il 2015[1]).

Ulteriori modifiche dell’IVA a luglio

26 maggio 2015
Il primo luglio 2015 verranno introdotte ulteriori modifiche alla legge sull’imposta sul valore aggiunto, relative al meccanismo di inversione contabile, responsabilità solidale, sgravi per crediti inesigibili e possibilità di applicare il metodo proporzionale nella detrazione dell’imposta a credito. Verrà modificato il catalogo delle merci oggetto del meccanismo di inversione contabile, il quale verrà completato da nuovi gruppi di articoli, tra cui i PC portatili e i notebook, i tablet, i cellulari, gli smartphone, oltre alle console per videogiochi e ulteriori dispositivi con display elettronico per giochi di abilità o azzardo.

Le modifiche del diritto edilizio saranno svantaggiose per i contribuenti?

12 maggio 2015
Il 28 giugno del corrente anno entreranno in vigore le modifiche delle normative della Legge – Diritto edilizio, le quali potrebbero influire, mediante la tassa sugli immobili, sull’importo del prelievo fiscale per le strutture edilizie. L’adeguamento delle normative edilizie avrà degli effetti negativi per i contribuenti? Lo scopriremo quando gli enti fiscali daranno il via all’interpretazione delle nuove regolamentazioni.      

Possibilità di rimborso delle eccedenze d’imposta sui conferimenti nella società in accomandita per azioni

11 maggio 2015
Wojciech MATUSZCZAK
La questione delle ritenute dell’imposta su atti di diritto privato (di seguito denominata dal polacco “PCC”), come aumento di capitale nella società in accomandita per azioni (di seguito “S.a.p.a.”), fa sorgere dubbi già da qualche tempo. In caso di conferimenti e dell’eventuale sovraprezzo nella S.a.p.a., il problema consisteva nel determinare l’imponibile, tra il valore nominale dei conferimenti che vanno ad accrescere il patrimonio sociale e il valore dell’aumento del capitale.

Sollecito di pagamento e la questione dell’Iva

24 arile 2015
Adam KOŁODZIEJCZYK
Recentemente abbiamo ottenuto numerose richieste da parte dei nostri clienti relative alla liquidazione dell’Iva sui solleciti di pagamento di penali o interessi per inadempimenti contrattuali. I solleciti del genere appaiono p.es. nel caso di preannunciare ai fornitori ritardi nei pagamenti. Chi redige solleciti, emettendo la relativa fattura, dovrebbe maggiorarla dell’Iva? Siccome sono situazioni sempre più frequenti, volevo spiegare in breve che regime Iva si dovrebbe applicare sui solleciti di pagamento.

Le transazioni con parti correlate nel mirino dell’amministrazione fiscale

13 arile 2015
I prezzi di trasferimento sono divenuti oggetto di particolare interesse da parte degli organi fiscali. È aumentata significativamente l’efficacia nella selezione delle parti correlate, derivante dal raffronto dei dati relativi al numero di controlli, utili al calcolo del reddito. Nel 2013 circa il 53%  di tutti i controlli condotti dalle agenzie delle entrate hanno rilevato delle irregolarità nei prezzi di trasferimento. Nel primo semestre del 2014 tale percentuale ammontava a ben l’89%.

100% del rimborso dell’Iva sull’acquisto di autovetture – solo per i contribuenti più zelanti

27 marzo 2015
Mateusz CHŁOSTA
L’uso esclusivo dell’autovettura per fini dell’attività d’impresa del contribuente, è l’unico caso per cui è previsto il rimborso del 100% dell’Iva accreditata sull’acquisto e sull’uso dell’autovettura. Per giustificarlo, il contribuente è obbligato a tenere un registro del chilometraggio effettuato. E qui gatta ci cova. Il decreto Iva indica come tenere il chilometraggio correttamente e quali elementi dovrebbe contenere. Il problema è che i contribuenti interessati interpretano queste indicazioni diversamente da quanto lo fanno i funzionari dell’Agenzia delle entrate.

Hello World!, cominciamo l’avventura con il transfer pricing

1 marzo 2015
Mateusz CHŁOSTA
Ognuno di noi chi ha frequentato le lezioni d’informatica e che ha approfondito le informazioni sul linguaggio del software conosciuto anche come Turbo Pascal, ha subito riconosciuto il titolo del nostro primo post. “Hello World”: ecco le parole che di solito faceva apparire sullo schermo il primo “software” scritto da noi. Siccome a quel tempo, queste parole portavano con sé una nuova avventura con quello che fin d’allora era stato nuovo e sconosciuto, le abbiamo scelte come titolo di un’avventura ben diversa, però altrettanto straordinaria, l’avventura con i prezzi di trasferimento.

Vale la pena di spendere soldi per il consulente fiscale?

1 marzo 2015
Tomasz BEGER
È una domanda fondamentale per un amministratore, imprenditore o  dipendente straniero distaccato in Polonia. La risposta, come succede spesso nel campo delle imposte, non è univoca. Tutto dipende dalla propensione al rischio della persona e dal tempo libero a sua disposizione per risolvere le intricate questioni fiscali…

Pages